ASCOLTA RLB LIVE
Search

Violenta il figlio e si nasconde tra i boschi, pastore in manette

L’uomo è stato rintracciato dopo circa cinque giorni di ricerche a Corigliano grazie all’ausilio dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Vibo Valentia

 

CORIGLIANO ROSSANO (CS) – Accusato di aver stuprato il figlio si era nascosto per scongiurare l’arresto. Da sabato aveva trovato rifugio tra i boschi cercando di far perdere le proprie tracce. Rintracciato ed ammanettato dovrà ora rispondere di violenza sessuale aggravata. Si tratta di un pastore 55enne pluripregiudicato identificato questa mattina all’alba dai carabinieri dalla Compagnia di Corigliano Calabro con l’ausilio dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Vibo Valentia destinatario dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’ufficio Gip del Tribunale di Castrovillari. La misura scaturisce dalle indagini svolte dai militari della stazione di Corigliano Calabro Centro a seguito della  denuncia sporta da un quindicenne nei confronti dell’uomo già gravato da una serie di reati che vanno dalla detenzione di stupefacenti, rapina, evasione, alle minacce e lesioni. Indagini condotte a stretto giro e portate a termine in meno di una settimana dai carabinieri della Compagnia di Corigliano attraverso gli accertamenti medici del caso che hanno portato a confermare gli atti sessuali che il giovane era stato costretto a subire dal padre.

 

 

Percepito il pericolo di essere raggiunto dalle forze dell’ordine da sabato il 55enne aveva lasciato la propria abitazione per darsi alla macchia. Riconosciuto responsabile di violenza sessuale aggravata, per aver costretto il figlio minore con più azioni esecutive, mediante violenza e minaccia, con abuso di autorità, ad assecondare le proprie perversioni il pastore è stato raggiunto e tradotto presso la casa circondariale di Castrovillari in attesa di giudizio. La particolare morfologia del territorio ha reso particolarmente difficile raggiungere il pastore pregiudicato che si era reso irreperibile andando a vivere in un rudere tra le campagne coriglianesi di Piana Caruso, in cima ad un percorso collinare impervio e scosceso. Zone in cui in passato si sono smarriti diversi escursionisti e dove l’uomo è stato rintracciato grazie al contributo fondamentale dei Carabinieri Cacciatori di Calabria. Militari specializzati in attività di ricerca proprio in ambienti difficoltosi da raggiungere, che si sono mimetizzati tra la vegetazione e hanno osservato i movimenti del soggetto per poi immobilizzarlo e trarlo in arresto.




Impostazioni sulla Privacy

Statistiche

Google Analytics - I cookie statistici aiutano i proprietari del sito Web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat, _gid

Necessario

Meteogiuliacci.it - I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito Web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito Web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

_cfduid

Marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti Web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.

d, IDE, r/collect, test_cookie

Non classificati

I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.

_app_sess, afsu, google_experiment_mod, google_pub_config

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?